Seleziona una pagina

Dall’inizio del 2024 i proprietari degli immobili che li affittano, possono fruire della cedolare secca al 21% solo per la prima unità mentre dalla seconda in poi sarà del 26%; pertanto in merito alla tassazione da applicare, potranno decidere tra le 3 opzioni seguenti

Opzione 1: Cedolare secca per due immobili, uno al 21% e uno al 26%

Questa è l’opzione più semplice e immediata. Il contribuente deve semplicemente indicare in dichiarazione dei redditi i redditi da locazione breve di entrambi gli immobili, calcolando l’imposta dovuta con le aliquote previste dalla legge.

Opzione 2: Cedolare secca per un immobile e regime ordinario per l’altro

Questa opzione consente al contribuente di scegliere quale immobile destinare alla cedolare secca al 21% e quale al regime ordinario IRPEF. La scelta è importante, in quanto l’aliquota da applicare dipende dal reddito complessivo del contribuente.

In generale, l’opzione della cedolare secca è preferibile se il reddito complessivo del contribuente è inferiore a 55.000 euro. In questo caso, infatti, l’aliquota marginale IRPEF è inferiore al 21%.

Opzione 3: Regime ordinario IRPEF per entrambi gli immobili

Questa opzione è preferibile se le aliquote marginali IRPEF sono inferiori a quelle della cedolare secca. In questo caso, infatti, il contribuente può beneficiare di deduzioni, detrazioni e altre agevolazioni che possono ridurre l’imposta dovuta.

In particolare, il contribuente può dedurre dal reddito da locazione breve le spese sostenute per la manutenzione e la gestione dell’immobile. Inoltre, può detrarre le spese sostenute per la ristrutturazione dell’immobile, se la locazione è effettuata a canone concordato.

Conclusione

La scelta dell’opzione più conveniente dipende da una serie di fattori, tra cui il reddito complessivo del contribuente, l’entità dei redditi da locazione breve e la presenza di eventuali deduzioni e detrazioni. È quindi consigliabile rivolgersi a un professionista per valutare la soluzione migliore.

Se hai domande specifiche o desideri ulteriori informazioni sull’argomento, ccontattaci

Siamo qui per aiutarti a comprendere le nuove regole fiscali.