L’entrata in vigore del D.L. 87/2018 “ Disposizioni urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese” porta con sé una serie di misure restrittive che riguardano direttamente le imprese italiane o estere operanti sul territorio nazionale; facciamo riferimento in particolare ai limiti alla delocalizzazione delle imprese che hanno beneficiato di un aiuto di Stato che prevede l’effettuazione di investimenti produttivi ai fini dell’attribuzione del beneficio; imprese che decadranno dal beneficio qualora entro 5 anni dalla data di conclusione dell’iniziativa agevolata, l’attività economica interessata dallo stesso o una sua parte venga delocalizzata in Stati non appartenenti all’Unione Europea, ad eccezione di quelli aderenti allo Spazio economico europeo. Misura di carattere limitativo hanno riguardato anche l’iper-amm.to e il bonus R&S

Fonte Fiscal Focus